SAFETY e SECURITY CON I CONTAPERSONE

Occorrono norme chiare e semplici per le manifestazioni pubbliche e conta persone per contare i partecipanti ad un evento

Nelle manifestazioni pubbliche la security si riferisce alla sicurezza dei cittadini che si trovano all'interno del perimetro nell'area in cui si svolge l'evento, rappresenta la sicurezza come risposta al pericolo criminalità e terrorismo, riguarda la protezione da accessi non autorizzati dall'esterno. La safety si riferisce alla tutela dell’incolumità pubblica dei partecipanti all'evento come condizioni di comfort e assenza di pericoli all'interno

Sia che l’organizzatore abbia il solo onere di preavviso alla questura sia che debba ottenere una licenza da parte del sindaco, servono normative chiare, semplici, condivise, ed una strumentazione adeguata: in particolare – per essere certi che non partecipi più gente di quanta potrebbe defluire in tutta sicurezza in caso di necessità occorre contare le persone:

con contapersone manuali meccanici, uno per ogni addetto ad un ingresso – con la necessità di un coordinatore che faccia le somme, a mano, o con un numero massimo di ingressi per varco

con contapersone manuali elettronici wireless, dove ogni contapersone invia i suoi dati via radio ad un concentratore collegato o meno ad un PC, con visualizzazione in tempo reale del totale entrati e presenti

con contapersone elettronici automatici, sempre collegati ad un concentratore via radio ma non manovrati da un operatore. Ottima soluzione il contapersone SMARTCHECK wireless, anche in noleggio, di installazione immediata su colonnine per uso 'mobile' sia in versione da interno – ad es. per eventi ospitati in tensostrutture – sia in versione da esterno in piazze prati anfiteatri per Feste del partito, balli sull'aia, proiezioni cinematografiche, eventi sportivi, sagre, ecc ecc.

Un bell'aiuto per chi deve garantire la sicurezza – sia security sia safety.

Sicurezza con contapersone SMARTCHECK wireless alla inaugurazione del MEF – museo casa natale enzo ferrari

Questa voce è stata pubblicata in safety e security. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *